4 Minuti di Lettura

La vista, dopo l’olfatto, è uno dei sensi più importanti per i nostri animali da compagnia, soprattutto se questi ultimi vivono all’aperto e hanno quindi bisogno di schivare macchine, piuttosto che di salire delle scale, trovare la ciotola dell’acqua o procurarsi il cibo. Ciò nonostante molti animali riescono comunque ad adattarsi alla vita senza vista, purché ben seguiti e tutelati in un ambiente sicuro e circoscritto.

L’occhio del cane è diverso da quello del gatto?

Per alcuni aspetti possiamo dire che queste due specie hanno differenti tipologie visive, che dipendono sostanzialmente dal loro modo di vivere e cacciare! Il gatto ha occhi più frontali, che gli consentono di mettere ben a fuoco le prede da vicino, mentre trova difficoltà nel mettere a fuoco soggetti molto lontani, così come a vedere bene in ambienti estremamente luminosi. Il cane, invece, essendo un cacciatore in branco, ha degli occhi più distanziati che gli consentono di mettere bene a fuoco soggetti lontani in movimento ma di tenere anche sotto controllo l’ambiente circostante e gli eventuali compagni di branco. Il gatto presenta inoltre una pupilla verticale, che, essendo un animale prettamente notturno, gli consente una buona difesa dell’occhio dalla luce intensa diurna, mentre il cane, essendo un animale prevalentemente diurno, presenta una pupilla circolare, più simile alla nostra, proprio perché ha la necessità di vedere bene anche durante il giorno.

Perché i nostri cani e gatti vedono meglio di noi di notte?

I nostri animali sono dotati di un’ampia zona rifrangente posizionata sulla retina, chiamata tappeto lucido, che amplifica la luce consentendo una visione ottimale anche quando la luce è veramente poca (alba, tramonto e notte), oltre a possedere molti più bastoncelli, cellule imputate alla visione notturna!

Quali sono le patologie principali dell’occhio?

L’occhio è composto da molte strutture e ciascuna di esse può essere soggetta a patologie, a volte ereditarie, a volte traumatiche od infettive.

La patologia più comune nel cane è sicuramente la cataratta, che colpisce animali anziani riducendone notevolmente la capacità visiva, ma sono molto frequenti anche le semplici congiuntiviti (infiammazioni dello strato esterno dell’occhio), così come deficit della lacrimazione (cheratocongiuntivite secca) e patologie delle palpebre (entropion). Nel gatto la problematica principale è sicuramente legata a forme virali come calici virus ed herpes virus, che determinano gravi problemi oculari che spesso possono aggravarsi ulteriormente con infezioni batteriche secondarie che possono addirittura portare a cecità.

Come si valuta lo stato di salute dell’occhio?

Sicuramente dobbiamo conoscere come è fatto un occhio sano e come si comporta un animale che non presenta alcun fastidio. Qualunque alterazione di questa situazione, merita una visita da uno specialista o dal medico veterinario di fiducia. Ad esempio un arrossamento della sclera potrebbe essere causato da una semplice irritazione, mentre un colore più giallo potrebbe indicare un coinvolgimento epatico, la presenza di muco potrebbe indicare un’infezione batterica, così come un eccessivo scolo lacrimale potrebbe essere causato dal blocco del canale lacrimale…un occhio sano è un occhio lucido, ben nutrito e che non provoca fastidi al nostro animale!

Posso pulire l’occhio?

Certo, l’occhio può essere pulito all’occorrenza, ma, essendo un organo molto delicato, i prodotti da usare devono sicuramente essere più naturali possibili, in confezioni piccole e richiudibili, senza conservanti chimici o potenzialmente allergizzanti! E’ possibile fare in casa una tisana di camomilla con dell’acqua potabile bollita e della camomilla biologica, tisana da utilizzare per effettuare un solo lavaggio e che va poi buttata per farne una nuova ogni volta che serve, evitando così contaminazioni batteriche secondarie.

In commercio esistono comunque molti prodotti ad hoc, tra i quali sono da preferire sicuramente lozioni naturali senza clorexidina se non in presenza di una prescrizione veterinaria e meglio se in confezioni piccole da terminare in pochi giorni!

Medico veterinario Dott.ssa Paola Zintu

Union B.I.O. consiglia…

Dal laboratorio della natura Union B.I.O. vi presenta Goccechiare, un prodotto unico per il benessere degli occhi dei nostri amici a 4 zampe!

Goccechiare è una lozione naturale a base di camomilla ed eufrasia, piante ad azione lenitiva, che doneranno sollievo al nostro amico animale. Il prodotto è contenuto in flaconcini da 8 ml, così da garantire un utilizzo in tempi rapidi e da ridurre il rischio di contaminazione batterica. Può essere facilmente applicato su una garza sterile e utilizzato tutti i giorni in tranquillità!

Photo: Marty BarrHideto KOBAYASHI

SCOPRI LE ULTIME NOVITÀ E PROMOZIONI UNION BIO.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER E RICEVERAI IL 5% DI SCONTO PER IL TUO PROSSIMO ACQUISTO.

Dog with envelope.