4 Minuti di Lettura

La torsione gastrica è una patologia molto grave a cui può andare facilmente incontro qualsiasi cane di taglia medio-grande.

La così detta GDV, Complesso Dilatazione /Torsione gastrica è una condizione spesso acuta, che consiste nell’aumento rapido di volume dello stomaco e nella sua rotazione sul proprio asse, provocando la chiusura delle “valvole” d’ingresso e di uscita del materiale gastrico.

La sindrome dilatazione/torsione va distinta dalla semplice dilatazione che rappresenta tuttavia un episodio premonitore e sicuramente predisponente, da non sottovalutare assolutamente, infatti la dilatazione gastrica senza torsione consiste in una eccessiva presenza di aria o materiale nello stomaco, buona condizione scatenante la torsione in casi di predisposizione o attività fisica più o meno intensa.

La Torsione gastrica è una patologi molto grave, che causa fino al 50% di mortalità nei pazienti trasportati in tempo dal medico veterinario, e praticamente il 100% negli animali che non vengono soccorsi.

SINTOMI DELLA TORSIONE

Il cane, in corso di dilatazione/torsione gastrica, presenta l’addome estremamente disteso, come se fosse gonfio, con o senza dolore addominale, e può manifestare conati di vomito, senza però vomitare alcun materiale gastrico. Gli animali a volte continuano a camminare, ma in modo goffo e con visibile fastidio addominale, anche se, nella maggior parte dei casi, vengono rinvenuti distesi di fianco e poco reattivi.

COME INTERVENIRE IN CASO DI SOSPETTA TORSIONE

Nel caso in cui si sospetti una torsione gastrica è di vitale importanza telefonare immediatamente al proprio medico veterinario di fiducia e trasportare l’animale presso il suo studio. Così facendo il medico veterinario avrà il tempo di contattare eventuale personale d’aiuto, di preparare la sala per i raggi X ed eventualmente la sala chirurgica, riducendo i tempi di attesa dell’animale, che è in serio pericolo di vita.

La patologia si aggrava molto rapidamente e bastano infatti poche ore perché l’animale peggiori visibilmente e muoia! La tempestività è vitale!

COME AGISCE IL MEDICO VETERINARIO

All’arrivo del cane, il medico veterinario valuterà la situazione, effettuerà una radiografia di conferma e deciderà come procedere.

Le manovre che potrà mettere in atto includono la decompressione dello stomaco solitamente tentando una lavanda gastrica, per procedere poi alla chirurgia d’urgenza per riposizionare correttamente lo stomaco sul suo asse ed eventualmente, se necessario, ancorarlo alla parete toracica (gastropessi), in modo da evitare il ripresentarsi della patologia. In caso di torsione gastrica, oltre alla stomaco, possono essere compromessi anche altri organi, primo tra tutti la milza. Durante la chirurgia il medico controllerà lo stato generale degli organi addominali e deciderà il modo migliore per continuare.

RAZZE, PREDISPOSIZIONE E PREVENZIONE

Non sappiamo ancora di preciso quale sia la causa esatta che provoca la torsione gastrica, anche se sappiamo che esistono numerosi fattori predisponenti e scatenanti da valutare attentamente! Le razze a rischio di questa patologia sono molte e includono comunque animali con peso superiore ai 20 Kg (anche se la torsione può essere riscontrata in cani di piccola taglia), e comunque le razze maggiormente predisposte sono quelle di grossa taglia e con torace profondo, come il Pastore Tedesco, l’Alano, il Dobermann, il Cane Corso e molte altre ancora.

Per ridurre la probabilità di torsione gastrica, bisogna in primis evitare la dilatazione dello stomaco somministrando al nostro cane pasti piccoli e frequenti, (2-3 al giorno) ed evitando sicuramente la somministrazione unica giornaliera. Il cibo non dovrebbe essere facilmente fermentescibile per evitare lo sviluppo anomalo e rapido di gas, e andrebbe evitata l’attività fisica nelle prime ore post cibo. La somministrazione della pappa potrebbe avvenire su un piano rialzato e l’animale dovrebbe essere lasciato tranquillo per evitare un’alimentazione troppo rapida con possibile deglutizione di aria.

Un ultimo metodo per scongiurare la torsione prevede la gastropessi preventiva (bloccare lo stomaco per evitare la torsione sul suo asse), ma, essendo quest’ultima una vera e propria chirurgia, sarebbe utile utilizzare prima tutti gli altri metodi preventivi e valutare la predisposizione o meno del soggetto prima di considerare questa opzione. Sarà poi il medico veterinario a valutare il singolo caso, i pro e i contro insieme al “proprietario” dell’animale.

Dott.ssa Paola Zintu, medico veterinario

Photo: Ezio Melotti

SCOPRI LE ULTIME NOVITÀ E PROMOZIONI UNION BIO.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER E RICEVERAI IL 5% DI SCONTO PER IL TUO PROSSIMO ACQUISTO.

Dog with envelope.