4 Minuti di Lettura

Quante volte ci è capitato di sentire parlare “proprietari” di gatti e sentirli raccontare di quanto il loro gatto sia imprevedibile e difficile da gestire, per non parlare della difficoltà che trovano nel portarlo dal veterinario in caso di vaccinazioni o semplicemente per le visite di routine.
Il gatto, a differenza del cane, è, in linea di massima, più imprevedibile e meno dipendente dall’uomo, ecco perché la sua gestione a volte può essere più complicata. Nonostante ciò esistono degli accorgimenti che possono facilitare il rapporto col nostro amato gatto e aiutarci nella sua gestione!

Farlo abituare al trasportino

Quando adottiamo un gatto, la sua educazione è fondamentale per avere un animale facilmente gestibile. E’ quindi consigliato fargli conoscere subito il trasportino, che sarà il mezzo attraverso il quale potremo portarlo con noi in vacanza, piuttosto che dal veterinario. Per abituare il nostro micio, dovremmo lasciare il trasportino in casa come se fosse una cuccia, con all’interno un panno o un cuscino, potremmo utilizzarlo come luogo di gioco e premiare il nostro amico con delle leccornie ogni volta che ci entra all’interno. Così facendo l’animale si abituerà a vivere a stretto contatto con il trasportino senza averne paura e senza associarlo per forza ad un’esperienza negativa come a volte può essere quella del veterinario.

Toccarlo e manipolarlo il più possibile

Per evitare che il nostro gatto si trasformi in un leone una volta arrivato sul bancone del nostro veterinario, sarebbe importante, fin da piccolo, maneggiarlo il più possibile, tenendolo in braccio o posizionandolo su un tavolo alzandogli le zampette o aprendogli la bocca. Oltre a permettere delle visite più complete e ad evitare eventuali sedazioni dal veterinario a causa della paura e spesso dell’aggressività del gatto, queste pratiche ci permetteranno di stringere un buon rapporto con l’animale e di somministrargli, quando necessario, le terapie che ci verranno prescritte senza dover faticare troppo, inseguire il gatto ovunque o rischiare le mani!

Come scegliere il trasportino

Ad oggi in commercio esistono molti tipi diversi di trasportino, dai più semplici a quelli di alto design molto belli da vedere ma spesso anche molto scomodi! Ricordiamoci che il trasportino deve essere utile alla funzione che deve svolgere, quindi deve essere leggero, pratico da aprire meglio se in più punti e lavabile!
I trasportini più funzionali sono sicuramente quelli in griglia, poiché facilitano l’osservazione del gatto dall’esterno, la somministrazione di eventuali terapie iniettabili senza l’apertura del trasportino,in più sono arieggiati e lavabili. Se abbiamo un gatto molto pauroso, l’ideale sarebbe però utilizzare questo tipo di trasportino con una coperta sopra, così da isolare l’animale dal mondo esterno e mantenerlo calmo.
Se decidiamo di acquistare un trasportino in plastica, è fondamentale che l’apertura sia facile, quindi sono da preferire i trasportini in due pezzi e non in pezzo unico e con una porticina che si apre come le porte delle nostre case, quindi in laterale.
Non portare mai il gatto libero poiché potrebbe spaventarsi e fuggire in un lampo, stessa cosa vale per le scatole di cartone, da evitare perché potrebbero non contenere l’animale se dovesse spaventarsi per un rumore oppure per la presenza di cani nella sala d’attesa del veterinario.

Come far entrare il gatto nel trasportino

Se siamo stati bravi ad abituare il nostro micio al trasportino, sarà molto facile attirarlo all’interno con un premietto o con un gioco. Se invece abbiamo un animale diffidente, è bene essere rapidi e indolore quindi aprire il trasportino, prendere il gatto e chiuderlo subito dentro senza troppe storie e senza dare il tempo all’animale di realizzare e fuggire o mettersi sulla difensiva!

E una volta arrivati dal veterinario?

E’ importante non far mai uscire il gatto dal trasportino in sala d’attesa, poiché qualcuno potrebbe aprire la porta facendo scappare il nostro amico peloso, o dall’interno potrebbe uscire un cane appena visitato che potrebbe essere pericoloso per il nostro gatto, che deve quindi rimanere al sicuro nel suo trasportino. Una volta all’interno dell’ambulatorio è fondamentale fidarsi del veterinario e affidarsi completamente a lui/lei, evitando di fare di testa nostra e mettendo in pratica tutto ciò che ci dice il medico, che ha a cuore la salute del nostro animale nonché la nostra!

Dott.ssa Paola Zintu, medico veterinario

Photo: Quinn DombrowskiRob Marquardt

SCOPRI LE ULTIME NOVITÀ E PROMOZIONI UNION BIO.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER E RICEVERAI IL 5% DI SCONTO PER IL TUO PROSSIMO ACQUISTO.

Dog with envelope.