fbpx
Seleziona una pagina

Il colpo di calore nel cane è una vera e propria emergenza, e non va assolutamente sottovalutato, poiché può provocare la morte dell’animale in pochissimo tempo. E’ quindi importante conoscerne i sintomi e mettere in atto alcune manovre d’emergenza che potrebbero realmente salvargli la vita!

Cos’è il colpo di calore?

Quando un animale è esposto a temperature elevate (per esempio rimane chiuso in macchina) e/o non ha la possibilità di disperdere il calore in eccesso (per esempio museruole molto strette che gli rendono impossibile aprire la bocca), l’organismo mette in atto una serie di meccanismi difensivi per salvaguardare le funzioni vitali, ma se la temperatura non si abbassa velocemente, l’organismo va in deficit, si blocca e l’animale può andare incontro a morte.

Quali sono i sintomi?

I primi sintomi che notiamo sono una respirazione affannosa, agitazione ed irrequietezza, iperemia (eccessivo rossore delle mucose), tachicardia, sete estrema, eventuale vomito o diarrea con sangue, successiva debolezza, incapacità di alzarsi e di rispondere agli stimoli, tremori, salivazione densa e difficoltà nella deglutizione, perdita totale di coscienza e convulsioni. La temperatura corporea, che normalmente si ferma intorno ai 38 gradi (poco più alta nei cuccioli), in caso di colpo di calore può superare i 40 gradi. Tutto l’organismo è interessato da una crisi che rapidamente conduce ad un’insufficienza multi organo.

Cosa fare in caso di emergenza?

Come prima cosa è necessario portare l’animale in un luogo aperto, in ombra e ventilato. Si prosegue raffreddando il corpo con acqua fresca ma assolutamente non ghiacciata, procurandosi dei panni o degli asciugamani da bagnare e da utilizzare per ricoprire l’animale. E’ importante insistere soprattutto sui cuscinetti plantari, sulla zona inguinale e ascellare.

colpo di calore

In seconda battuta è fondamentale trasportare rapidamente l’animale presso una struttura veterinaria, dove potranno essere utilizzati farmaci, soluzioni endovenose ed endorettali, per riportare la temperatura corporea in condizioni di normalità, risolvere l’eventuale coma e limitare i danni successivi.

Dopo un colpo di calore cosa accade?

Dopo il colpo di calore, il paziente andrà ricontrollato nei giorni successivi anche in caso di apparente ripresa, poiché spesso altre manifestazioni quali per esempio coagulopatia, insufficienza renale o edema cerebrale, possono presentarsi anche dopo la guarigione e le conseguenze di queste problematiche sono gravi tanto quanto il colpo di calore stesso! La prognosi viene sciolta dopo minimo 48 ore!

Cosa fare per evitarlo?

Per vivere un’estate serena con i nostri animali, è bene evitare di portarli in spiaggia o a spasso nelle ore più calde del giorno, mai lasciarli da soli in macchina, anche se la macchina rimane all’ombra, conoscere il nostro animale e le sue eventuali patologie per non rischiare di sottoporlo a stress troppo grandi o a calore eccessivo, farlo bere spesso…con un occhio di riguardo in più, la nostra estate con loro sarà… bestiale!

Medico Veterinario Dott.ssa Paola Zintu

Photo:Mats HaugenTed Winder

Dog with envelope.

SCOPRI LE ULTIME NOVITÀ E PROMOZIONI UNION B.I.O.!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER …RICEVERAI IL 5% DI SCONTO PER IL TUO PROSSIMO ACQUISTO.

0