5 Minuti di Lettura

Zecche: perché tenerle lontane?

Le zecche sono degli artropodi molto diffusi nel nostro territorio e forse non tutti sanno che sono molto insidiose anche per i cavalli. Le zecche, infatti, sono in grado di parassitare non solo i cani ma anche i cavalli, diffondendo con il loro morso importanti patologie, spesso anche mortali.

La più diffusa patologia trasmessa dalle zecche ai cavalli è la Piroplasmosi, seguita dall’Erlichiosi.

Una delle malattie trasmesse: la piroplasmosi

zecche

Questa malattia è causata da due specie di protozoi intracellulari appartenenti al genere Babesia: B. Caballi e B. Equi.  Il protozoo può essere trasmesso in diversi modi ovvero tramite il morso della zecca, per trasmissione meccanica di insetti volanti come tafani, mosche e zanzare, e per via iatrogena attraverso aghi o strumenti chirurgici usati precedentemente su animali infetti.

Essendo tale malattia trasmessa da zecche ed insetti volanti tende ad avere una maggiore diffusione in primavera-estate, periodo in cui sono più diffusi.

Le zecche vettori di tale malattia appartengono al genere Dermacentor, Hyalomma e Rhipicephalus. Esse tendono a localizzarsi principalmente sotto la coda, a livello della vulva, sulla mammella, sullo scroto, sull’ano, dentro le orecchie e comunque in tutte quelle zone in cui la pelle dell’animale è più sottile.

Nonostante le due specie di Babesia sfruttino lo stesso vettore, esse hanno un diverso modo di trasmissione.

Nel caso di Babesia Caballi, quando una zecca preleva il parassita da un animale infetto, questo invade diversi organi del vettore fino ad arrivare a livello delle ovaie rendendo così possibile una trasmissione transovarica (dall’adulto alla larva). Così, quando una nuova larva, ninfa o zecca adulta attacca il nuovo cavallo, il parassita riprende la sua maturazione localizzandosi infine nei globuli rossi. Nel caso di Babesia Equi invece, il parassita si localizza solo nelle ghiandole salivari della zecca infetta, rendendo quindi impossibile la trasmissione transovarica dalle uova alla larva.

Il periodo d’incubazione varia dai 12-19 giorni nel caso di infezione da B. Equi ai 10-30 giorni della B. Caballi; tende ad essere più breve in seguito ad inoculazione diretta (5-6 giorni). In ogni caso, il parassita si localizzerà sempre all’interno delle cellule eritrocitarie.

Segni clinici della malattia

La malattia può svilupparsi in diverse forme

  • Iperacuta: piuttosto rara in cui i cavalli appaiono moribondi o sono addirittura trovati già morti.
  • Acuta: con febbre anche superiore ai 40 °C, ridotto appetito, frequenza cardiaca e respiratoria elevate, congestione delle mucose, urine scure quasi nere. I cavalli appaiono deboli, anemici o itterici. Possibili coliche.
  • Subacuta: simile alla forma acuta i soggetti appaiono dimagriti, la febbre può essere intermittente, le mucose appaiono rosee o leggermente itteriche.
  • Cronica: non presenta sintomi specifici se non perdita di peso, inappetenza e diminuita resistenza all’esercizio.

Come diagnosticarla

Una prima diagnosi viene fatta valutando il quadro ematologico e osservando lo striscio di sangue colorato con Giemsa o blu di metilene. Nello striscio è infatti possibile osservare il parassita all’interno dei globuli rossi, ma solo nei primi 5- 10 gg; dopo questo periodo il sangue apparirà acquoso con siero emolitico (rottura dei globuli rossi). Si evidenzierà inoltre anemia e un ematocrito piuttosto basso in conseguenza della distruzione eritrocitaria.

Esistono poi degli esami più specifici come la Fissazione del complemento, l’immunofluorescenza indiretta e il test Elisa.

Terapia e prevenzione

passeggiata a cavallo

I trattamenti possibili una volta contratta la malattia, sono dati dall’uso di Tetracicline e/o Imidocarb. Quest’ultimo resta il trattamento di elezione solitamente efficace nella sterilizzazione da B. Caballi.

La prevenzione gioca un ruolo chiave in questo come in molti altri casi di malattia, poiché basta evitare l’aggressione da parte di zecche o altri parassiti, per scongiurare l’infestazione da parte di parassiti estremamente pericolosi.

I soggetti colpiti da B. Caballi possono restare portatori della malattia per 4 anni o, se tempestivamente curati, possono anche sterilizzarsi. Nel caso di B: Equi i soggetti sono permanentemente infetti e la parassitemia può non presentarsi mai più o può ripresentarsi, con il riproporsi della sintomatologia, dopo esercizi intensi, immunosoppressione o anche interventi chirurgici. Inoltre B. Equi presenta trasmissione transplacentare nel cavallo, quindi è pericolosa anche per l’eventuale feto.

Utilizzare degli insetto-repellenti riduce sicuramente la probabilità di adesione del vettore all’ospite cavallo e di conseguenza la trasmissione della babesia.

Dott.ssa Alessandra Palomba

Medico veterinario

Un approccio naturale è possibile

UNION B.I.O. risponde alla sintesi chimica con dei prodotti naturali, sicuri ed efficaci in gradi di creare una barriera protettiva intorno al cavallo ristrutturando anche la barriera cutanea, così da mantenere lontani insetti e artropodi potenzialmente pericolosi.

foto-prodotti

EQUI NO PICK: soluzione naturale, sicura ed efficace, sgradita alle zecche.

NEW EQUINOFLY: lozione repellente naturale contro gli insetti volanti.

EQUINOFLY SOFT: gel sgradito agli insetti volanti, da applicare sulle zone più delicate come contorno occhi, muso, orecchie ecc…

NoBITE Therapy: mangime complementare ricco in estratti vegetali sinergici utili a creare dall’interno una barriera sgradita agli insetti volanti e capaci di aiutare l’animale a rispondere agli insulti arrecati da tali insetti.

EQUIDERMA: lozione rigenerante e rivitalizzante specifica per problemi dermatologici. E’ utile per alleviare prurito e rossore, per lenire ferite ed escoriazioni, ma anche per ristrutturare la pelle ristabilendone il fisiologico film lipidico di copertura, unica protezione dell’animale dall’attacco di virus, batteri o parassiti.

Photo: David DeHetregbohneMontgomery County Planning Commission

SCOPRI LE ULTIME NOVITÀ E PROMOZIONI UNION BIO.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER E RICEVERAI IL 5% DI SCONTO PER IL TUO PROSSIMO ACQUISTO.

Dog with envelope.